Le archistelle pontificano

Disegno di Calatrava per Genova E’ di qualche ora fa la notizia che nella gara tra le due stelle architettoniche dei ponti (pontifices) l’ha spuntata il senatore Renzo Piano. Due ponti, due città, due storie di segni  e una sola filosofia. Venezia e il ponte di Calatrava, Genova e il ponte di Piano. Facili sarebbero…

Vota:

Il mercato non ama l’educazione.

I mercanti e gli accumulatori non amano l’educazione. Amano solo il danaro, il mercato e il possesso.Si servono dell’istruzione per addestrare tanti sudditi obbedienti e spesso inconsapevoli. Sono pochi quelli che parlano di cambiamento fuori dal recinto del mercato e del capitalismo. Quelli che si definiscono o definiamo populisti, liberisti, liberali, dem, sovranisti, cittadinisti e…

Vota:

L’oppio dei populisti

Dedicato a Renzi e Berlusconi di ognissanti, Salvini della madonna,Conte di padrepio e Di Maio di sangennaro. Ci racomandiamo allo spirito che condividiamo di Charlie Hebdo CAVANNA Hé, Vous ! Vous, les chrétiens, les Juifs, les musulmans, les bouddhistes, les hindouistes, les shintoïstes, les adventistes, les panthéistes, les « Témoins de ceci-cela, les satanistes, les…

Vota:

Il manifesto della educazione diffusa si “diffonde”. Ma l’architettura della città?

  Dopo aver assistito al meraviglioso varo del Manifesto della educazione diffusa che centinaia di adesioni sta ricevendo che si spera siano tutte operative, alla data di riapertura delle scuole (nulla per ora è cambiato) resta l’urgenza di riflettere su un aspetto non trascurabile del  progetto sull’educazione diffusa. Emerge prepotente da tutti i risvolti dell’esperienza…

Vota:

Il cammino dell’educazione diffusa.

Partendo dai prodromi insiti nei libri “Piccolo manuale di controeducazione” di Paolo Mottana e “L’architettura della scuola” di Giuseppe Campagnoli, datati rispettivamente 2011 e 2007,e dalla teoria di altri scritti sulle nuove idee di educazione e di luoghi dell’educazione la strada è stata lunga ma proficua. Nel 2017 è uscito il libro “La città educante….

Vota:

I mecenati

  Durante un viaggio tra il piacere dell’errare e la tristezza dell’accadere mi imbatto in una bella e singolare esibizione di migliaia di artisti riuniti  a Trieste nel Salone degli Incanti sotto l’egida mecenate dei Benetton (nella fattispecie Imago Mundi-Luciano Benetton Collection). Mi corre subito un pensiero al danaro, alla sua provenienza, ai mecenati, alle…

Vota:

Cambiamenti, giammai rivoluzioni.

Pagheranno come si deve maestri, insegnanti, professori? Continueranno a costruire reclusori scolastici? Terranno ancora il principio dell’ alternanza tra scuola e lavoro? Sosterranno che non c’è bisogno di una rivoluzione in educazione? Continueranno a glissare sul  superamento delle differenze tra stranieri, italiani, generi, disabilità e tanta altra umanità? Vorranno  realmente mai una educazione libera e…

Vota:

Idee

Sconcerta non poco che le idee della Lega su famiglia, donne, eguaglianza, religione e legge del taglione,siano le stesse dell’islam integralista. E i grillini si sono accodati. Complimenti.      

Vota:

La scuola diffusa. Una storia.

La scuola diffusa non può essere appannaggio del populismo che dice di essere per il popolo ma lo inganna e lo manipola. Non è la “buona scuola” ma neppure ciò che si profila come il dopo “buona scuola” conservatore e autoritario. La scuola diffusa non è l’educazione civica nelle scuole e neppure più soldi per…

Vota:

Iniquità

ilmanifesto.it/il-contratto-che-aumenta-le-disuguaglianze/  

Vota:

Pausa

Da oggi una lunga pausa dai social. Troppe interferenze idiote. Non sopporto più il codiddetto “popolo della rete”. Ho bisogno di respirare un po’ di aria non viziata. Girerò solo gli articoli di ReseArt e della #scuolasenzamura. Se volete contattarmi: giuseppecampagnoli@gmail.com  

Vota:

Vivalascuola. Il 68 a scuola

Originally posted on La poesia e lo spirito:
Sul 68 sono frequenti luoghi comuni sia dei denigratori (“Il 68 ha distrutto la scuola“) sia dei nostalgici (“Quelli sì eran tempi!“). Naturalmente per una corretta valutazione storica occorrerebbe partire da qualche domanda che aiuti a contestualizzare “il 68“: come erano la scuola e l’università prima del…

Vota:

La forzadicambiare: oltre la scuola

Il manifesto della educazione diffusa / Riproponiamo l’intervista di Alberto Pancrazi a Giuseppe Campagnoli del Luglio scorso, in concomitanza con il lancio de “Il disegno della città educante”. La storia continua… OLTRE LA SCUOLA Proviamo ad immaginare una scuola “aperta”, non più limitata dalle mura delle aule e dei corridoi di edifici spesso obsoleti. Una…

Vota:

Il disegno della città educante

E’ appena uscita la prima edizione del volume “Il disegno della città educante” edito da ReseArt per i tipi di Youcanprint. Dopo una campagna di crowdfunding non proprio esaltante e il tergiversare degli editori da noi coinvolti (compreso quello de “La città educante. Manifesto della educazione diffusa” ) abbiamo deciso, per ora, che chi fa da…

Vota:

La città educante a Didacta 2017.

  Un reportage provocatorio tra i mercanti scolastici in fiera a Didacta 2017 di Firenze. C’era solo un’isola felice tra le scuole Montessori e Tutta un’altra scuola! Incontro interessante con Paolo Mottana e Giuseppe Campagnoli e la loro “Città educante.Manifesto della educazione diffusa” il 27 Settembre alle 14. Non abbiamo potuto partecipare al workshop “Progettiamo…

Vota:

Quando le case editrici danno i numeri…

Originally posted on Luca Cozzi:
Mi sono messo a far due conti dopo che l’occhio mi era caduto sull’ennesima, ridondante e poco credibile affermazione di successo stampata sull’aletta di un romanzo che ho acquistato in un negozio di libri usati. Già fortemente deluso dalla banalità de La biblioteca dei morti, ho voluto dare all’autore una seconda…

Vota:

Ritagli di arti varie.

Dopo una carrellata di immagini iconiche del 2016 e del 2017 ripropongo una raccolta di articoli, lettere ed editoriali  tra arte, architettura, scuola e varia umanità. Il volumetto “Ritagli” contiene scritti pubblicati nell’arco di un quinquennio su La Stampa e su varie riviste. Vi si trovano i presupposti e alcuni testi sull’idea di “Scuola diffusa ” e…

Vota: