Ancora ipocrisie


di Giuseppe Campagnoli Giuseppe-Campagnoli

La mia esperienza di scuola a volte a stretto contatto con le stanze ministeriali, mi spinge a dire che c’è un legame drammatico tra le classifiche internazionali sullo stato dell’istruzione e l’economia, la disoccupazione, le scelte degli elettori e le incapacità dei nuovi politici in Italia. E’ proprio la generazione tra i 25 e i 50 anni che ha subito i danni più forti da una scuola senza risorse e investimenti per strutture e docenti, da riformare e mai riformata, poco rigorosa ed efficiente nel valutare. E’ proprio in questa generazione che statisticamente si colloca il picco dell’analfabetismo di ritorno. Le coincidenze sono tante. E’ lecito pensare che certe classifiche possano essere pilotate e gestite dal mercato internazionale che vuole una scuola a misura dei suoi bisogni contingenti di profitto, che vuole consumatori e persone meno autonome accanto a tecnocrati e tecnologi addestrati ed obbedienti. Ma è anche vero che alcuni comportamenti pubblici e privati nel nostro paese confermano platealmente gli ultimi posti nella comprensione e nella redazione dei testi e nelle materie scientifiche, in particolare la matematica. E’ un caso che i social network siano pieni di non-idee, di ignoranti convinzioni,stravaganti teorie economiche da bar dello sport, di frasi illetterate e di turpiloquio? Non è questo neoanalfabetismo più difficile da combattere perché inconsapevole e protervo che impedisce di leggere, capire e riflettere ai cittadini italiani quando scelgono una scuola,quando votano chiunque urli da un balcone o da un camper e si affollano in piazza senza sapere bene perché, quando si sono buttati in una impresa da autonomi, professionisti o mercanti senza aver per questo studiato, valutato i rischi e soprattutto senza avere quella base economica indispensabile solo per partire?

Giuseppe Campagnoli

Febbraio 2014

Egizi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...