Corsi e ricorsi.


“..le strade e le piazze brulicavano d’uomini, che trasportati da una rabbia comune, predominati da un pensiero comune, conoscenti o estranei, si riunivano in crocchi, senza essersi dati l’intesa, quasi senza avvedersene, come gocciole sparse sullo stesso pendìo. Ogni discorso accresceva la persuasione e la passione degli uditori, come di colui che l’aveva proferito. Tra…

Catastrofi naturali e democrazia.


di Giuseppe Campagnoli I fatti drammatici provocati dagli eventi di questi giorni dopo i momenti di lutto e di cordoglio, mi fanno immediatamente dopo ricordare due riflessioni fatte tempo fa su “La Stampa” e su “La rivista dell’istruzione” a proposito di educazione alla tutela dell’ambiente, alla prevenzione ed alla protezione civile. Come si dice in campo fisiologico…

Italiani. Déjà vu? Remake. (4)


di Giuseppe Campagnoli Gli italiani. Dèjà vu? Giuseppe Campagnoli 2009 (libera traduzione e parafrasi in chiave moderna del “Discorso sopra lo stato presente dei costumi degli italiani” di Giacomo Leopardi) Quarta puntata Italia, Europa, civiltà e modernità L’Italia, in quanto a morale, è quella più carente di qualsiasi altra nazione europea e civile perché è manca…

Burkini.


Ci siamo di nuovo. Se c’è una cosa che non bisognerebbe fare è dare risalto a conflitti che ingigantiscono più se ne parla in tv,sui giornali, nei social, nei media in generale. Il caso burkini, dopo quello delle dame velate dell’islam, del burka e via discorrendo sta provocando l’ennesima pericolosa diatriba cultural-religiosa. Eh si, ancora…

Italiani. Déjà vu? Remake. (3)


di Giuseppe Campagnoli  Gli italiani. Dèjà vu   (libera traduzione e parafrasi in chiave moderna del “Discorso sopra lo stato presente dei costumi degli italiani” di Giacomo Leopardi) Terza puntata Italia: costume, politica e “conversazioni” Il “popolaccio” italiano è il più cinico di tutti i popolacci: nessuna nazione supera né eguaglia in questo  il popolo italiano…

Italiani. Déjà vu? Remake (2)


di Giuseppe Campagnoli Gli italiani. Dèjà vu (libera traduzione e parafrasi in chiave moderna del “Discorso sopra lo stato presente dei costumi degli italiani” di Giacomo Leopardi) Seconda puntata In Italia  manca  una vera società civile. Dovrebbe essere uno degli strumenti principali che restano agli uomini per  non concepire solo la vanità delle cose, ed…

Italiani. Déjà vu? (1) Remake.


Gli italiani.Dèjà vu. (libera traduzione e parafrasi in chiave moderna del “Discorso sopra lo stato presente dei costumi degli italiani” di Giacomo Leopardi) Prima puntata Più di 150 anni or sono Leopardi descriveva, mutatis mutandis, gli italiani “per bene” e “di mondo” proprio come e’ oggi la natura della nostra classe dirigente, gli uomini “pubblici”…

Tutti fotografi!


Non c’è un’”arte” più diffusa della fotografia. Ma il più delle volte è solo un hobby. Oggi tutti scrivono (persino Fabio Volo e Littizzetto, calciatori e giornalisti, giornalai e mezzibusti), tutti sanno di calcio e sono opinionisti di tutto, prendendosi anche sul serio, tutti vanno in bici bardati come professionisti (e questo non sarebbe male…

L’arte dissimulatoria.


La città ideale. L’islam radicale e quello moderato. Il terrore, la paura e l’oppio dei popoli, ricchezza, povertà, elemosina e iniquità sociale. Renzi che rifonda la vecchia DC in salsa berlusconiana. Raggi che si comporta come se fosse ancora all’opposizione e sciorina le malefatte precedenti ma poco o nulla dice su ciò che farà e…

Scuole: non tutti i muri vengono con il foro.


  Glissando elegantemente sul fatto che a nostro avviso i luoghi e le suppellettili dell’apprendere non dovrebbero essere più edifici scolastici ad hoc, aule, corridoi, sgabuzzini, banchi sedie e lavagne (La scuola senza mura!) ci sono alcune considerazioni da fare sul racconto sicuramente non eccezionale, ma sintomatico di una situazione, di Massimo Gramellini qualche tempo fa,…

Il merito che distrugge le società.


Prima delle vacanze prendo spunto dal libro “La société des Egaux” e da una vecchia intervista a Pierre Rosanvallon per tornare a formulare idee e pensieri che pare esperti, politici, giornalisti bendati e mezzibusti non capiscano o non vogliano capire e su cui continuano a pontificare “ad usum delphini” anche in questo caldo scorcio d’estate. I…

Elogio della follia.


Sono folli artisti della violenza o lucidi fanatici? L’arte della follia sembra molto praticata in questi giorni di notizie di violenze ed attentati in giro per il mondo. La follia? Chi agisce con violenza magari gridando Dio è grande! viene considerato uno psicopatico? E’ forse la paura che fa dire questo mentre si aborrisce l’idea…

Altro che invidia! Ecco come si diventa ricchi e potenti.


Ecco il mondo che piace a chi ha il potere. Anche chi si contrappone alla politica si muove in questi confini. Pochi parlano di lotta alla ricchezza, troppi di lotta alla povertà. C’era una volta un legionario liberto e analfabeta di ritorno dalla campagna delle Gallie. Si chiamava Idrione e viveva nella suburra di Roma. Si…

Preghiera per i miscredenti.


    Dopo i fatti terribili di Nizza e gli altri fatti recenti, non sempre chiari, spesso manipolati dai media a loro uso e consumo,  volentieri proponiamo un riassunto in italiano del bell’editoriale di oggi di RISS su Charlie Hebdo:  sarcastico, ironico e profondamente vero nel suo essere surreale. Le motivazioni dei mandanti del terrore…

ReseArt e Charlie Hebdo


Ripubblichiamo di seguito a questo intervento laconico  tutti i nostri post su Charlie Hebdo in ricordo dei terribili fatti di vile violenza. In anteprima vignette e fotografie in tema

Chi è la Popsophia nostrana.


Glissiamo elegantemente sulle giaculatorie popsophistiche che si ripetono anche quest’anno senza innovazioni sostanziali e divertiamoci ad indagare su quel poco che è dato sapere della  “retrofilosofia” dell’Associazione che gestisce Popsophia: dallo Statuto, ai soci, alla trasparenza e tutto il resto.  Statuto Popsophia_ Il “ritrono” della forza! Un lapsus freudiano? Dalle notizie raccolte in rete sembra una…

Premonizioni? Un aspirante terrorista?


Sono vicino alla Francia come non mai e invito a riflettere su tutto con freddezza oltre i luoghi comuni delle interpretazioni di tanti mezzibusti e opinonisti spesso improvvisati Riflettere ed agire con senso della storia e senza pregiudizi ideologici. I fatti, ciò che li provoca e chi li provoca contano e le ragioni diverse che…

#popsophismi 1


Come promesso, cominciamo con una citazione da “Il Fatto quotidiano” del 2014 per un giudizio che noi condividiamo sui popsophaici: “Un intellettuale, nell’epoca della sua riproducibilità social, si occupa di popsophia. Avendo scritto molti libri, pensiamo ad esempio alla celeberrima Filosofia di Peppa Pig, è elevato dalla massa benpensante a vate, in inglese water. I…

#popsophisticherie?


Chi paga e chi tifa.. #popsophisma Hanno fatto il colpaccio di avere una riserva sulle pagine de La Repubblica il giornale di pseudofilocentrocentrosinistra ora un po’ più liberaleggiante. Sono arrivati sugli italici altari mediatici. I popsophaici saranno contenti e no profit. Quest’anno, poiché abbiamo detto ed espresso tutto su questa saga popolarfurbesca negli anni passati e il giro…

Le kermesses paraculturali d’estate.


Si ricomincia e si raddoppia. Quest’anno, nel nostro panorama di vicinato paraculturale ci occuperemo prima di  Passaggi Festival svoltosi a Fano e poi, come di consueto, di Popsophia in programma di nuovo a Pesaro. Non vogliamo entrare nel merito e nei meriti delle tematiche degli eventi che sono sempre quelle di moda ed incidono poco o…